Un cittadino ucraino è stato condannato a nove anni di prigione in quello che l’IRS descrive come il „primo caso Bitcoin degli Stati Uniti [con] una componente fiscale“.

Un ex ingegnere di Microsoft è stato condannato

Un ex ingegnere di Microsoft è stato condannato a nove anni per aver rubato più di 10 milioni di dollari di valore digitale al suo passato datore di lavoro sotto forma di „valuta memorizzata“ (CSV), incluse le gift card.

Volodymyr Kvashuk, un cittadino ucraino di 26 anni residente a Washington, ha usato i conti e le identità dei suoi colleghi per rubare e poi vendere il CSV – facendo sembrare che i suoi colleghi fossero responsabili della frode.

Kvashuk ha anche usato un servizio di miscelazione Bitcoin (BTC) per offuscare ulteriormente le tracce cartacee, dicendo all’Internal Revenue Service che i 2,8 milioni di dollari di crypto che passavano attraverso i suoi conti doni erano stati inviati da un parente. Secondo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti:

„Nei sette mesi di attività illegale di KVASHUK, circa 2,8 milioni di dollari in Bitcoin sono stati trasferiti sui suoi conti bancari e di investimento. KVASHUK ha poi presentato una falsa dichiarazione dei redditi, sostenendo che il Bitcoin era stato un regalo di un parente“.

Kvashuk ha lavorato alla Microsoft dall’agosto 2016 fino al licenziamento nel giugno 2018

Secondo l’agente speciale dell’Internal Revenue Service (IRS) Ryan Korner, la sentenza è „il primo caso di Bitcoin della nazione che ha una componente fiscale“. Korner ha affermato che la sentenza sottolinea la crescente sofisticazione della divisione criminale dell’agenzia nell’identificare le transazioni di beni criptati non dichiarati:

„In parole povere, la sentenza di oggi dimostra che non si può rubare denaro via Internet e pensare che il Bitcoin nasconda i propri comportamenti criminali“.

Brian Moran dell’Ufficio del Procuratore degli Stati Uniti ha detto:

„Rubare al tuo datore di lavoro è già abbastanza brutto, ma rubare e far sembrare che la colpa sia dei tuoi colleghi allarga il danno oltre i dollari e i centesimi“.

Kvushuk è stato giudicato colpevole di 18 reati federali, tra cui sei capi d’accusa per riciclaggio di denaro sporco e due capi d’accusa per aver presentato una falsa dichiarazione dei redditi. L’ucraino ha utilizzato i fondi rubati per l’acquisto di una casa sul lago da 1,6 milioni di dollari e di un veicolo Tesla da 160.000 dollari.

Le accuse di evasione fiscale sono state livellate su numerosi schemi criminali nel corso della storia degli Stati Uniti. Il boss gangster dell’era del proibizionismo Al Capone ha passato notoriamente sette anni in una prigione federale a partire dal 1931, dopo essere stato giudicato colpevole di evasione fiscale.